Integrazione della Nuvola di Punti con i Programmi BIM

04/05/18 9.33 / da Leonardo Massafra

Integrazione della Nuvola di Punti con i Programmi BIM 

Tra le domande a cui mi trovo a rispondere più spesso è: Come faccio ad integrare le immagini del rilievo con i software per il disegno 3D? Posso utilizzare le nuvole di punti in modo integrato con il BIM? Se ti stanno passando per la mente questi dubbi, qui trovi tutte le risposte.

Sempre più studi di progettazione edilizia stanno digitalizzando i processi e iniziano ad utilizzare strumenti per il rilievo digitale e il BIM.

La risposta a queste domande è Sì.

Il rilievo digitale deve integrarsi operativamente con i software di disegno e progettazione, perché il suo scopo è proprio quello di migliorare il lavoro dei progettisti.

Anticipo la tua domanda successiva: Ma è difficile integrarli?

Anche in questo caso, posso rassicurarti: è facile.

 

Quando si realizza un rilievo digitale con il laser scanner 3d vengono restituiti dati pronti per essere utilizzati con CAD.

 

Gli Step dell’Integrazione della Nuvola di Punti con i Programmi BIM

Step 1. La Scansione

Il Laser Scanner consente di ottenere un rilievo preciso e dettagliato di tutto ciò che circonda. 

Ormai si riescono ottenere fantastici risultati in tempi brevi senza dover applicare target in loco,un tempo necessari per l'allineamento finale del rilievo.

L’acquisizione di milioni di punti al secondo e con altissima precisione ti permette di fare la scansione in una manciata minuti di fabbricati (interni ed esterni), di architetture storiche complesse ed elaborate, o di impianti industriali (anche le pipeline), nonché il monitoraggio della stabilità di infrastrutture, viadotti, ferrovie e grandi coperture.

 

Step 2. Gestisci Nuvola di Punti

Un apposito software ti permette di unire tutte le nuvole memorizzate dallo strumento.

L’enorme vantaggio sta nel fatto che ogni punto delle nuvole, essendo inserito in un preciso spazio geometrico caratterizzato da coordinate cartesiane xyz è misurabile.

I moderni Laser Scanner montano anche una fotocamera digitale HDR per acquisire le immagini dello spazio precedentemente rilevato.

Questo permette di colorare ogni punto rilevato ottenendo una sorta di foto panoramica a 360° dal punto di scansione.

L’effetto finale è una fotografia.

 

Step 3. Esportazione

Utilizzare il metodo BIM ti permette un passo avanti nel settore dell’automazione delle attività correlate ai progetti: tutti i processi devono essere coordinati e “collaborativi”. 

Non è solo utile, è necessario che il tuo software per il rilievo digitale preveda l’esportazione del modello 3D in un formato compatibile per generare un’effettiva collaborazione fra i diversi soggetti coinvolti nella progettazione edilizia.

 

Noi lavoriamo su base Autodesk Revit completo di livelli, informazioni sulle stratigrafie dei muri, impianti, dati geometrici corredati da elenchi di quantità pronti per la fase di progettazione e gestione del ciclo vita.

Gli step:

  • Scansione
  • Importazione delle scansioni ed elaborazione dei piani
  • Esportazione in Revit 

Il Laser Scanner 3d ad oggi risulta la tecnologia più veloce, affidabile e dettagliata per la definizione geometrica e qualitativa di un qualsiasi manufatto architettonico, consentendo una facile lettura dei dati, evitando il rischio di errori di lettura o di dimenticanze nella fase di campagna.

Per scoprire come funziona, scarica gratis la guida. Clicca qui sotto per ricevere subito il PDF da leggere quando vuoi.

New Call-to-action

Categorie: Progettazione

Leonardo Massafra

Scritto da Leonardo Massafra

Il mio primo corso di formazione è stato presso il mio collegio di appartenenza dove il relatore è stato il Geom. Vittorio Grassi il miglior professionista nel campo del GPS. Da qui nasce una profonda amicizia, che mi ha portato ad affiancarlo nei sui corsi in giro per l’Italia parlando di Topografia Applicata a 360°. Sono stato per AGIT (Associazione Geometri Italiana Topografi) Tutor dei corsi organizzati presso i Collegi dei geometri. Nell’anno accademico 2006 – 2007 ho partecipato al corso universitario “ Tecniche di posizionamento Satellitare” presso l’Università Carlo Bo di Urbino. Presso la stessa università ho seguito il laboratorio di Topografia per conto della Prof. Laura Baratin. Per conto di Laura e Vittorio sono stato beta-reader del loro libro “ TOPOGRAFIA” edito da Pitagora. A seguito di questa collaborazioni sono nate delle opportunità professionali che mi hanno portato a svolgere rilievi topografici di precisione in Italia e all’estero. Dal 2008 a marzo 2020 ho collaborato come consulente tecnico per Topcon Positioning Italy per la parte pre e post vendita. Ora mi occupo esclusivamente di droni e laser scanner per MICROGEO S.r.l.

New Call-to-action
Scopri se il Laser Scanner è adatto alla tua azienda. Parla con l’esperto

Iscriviti al nostro blog

Ultimi Post