Il cloud to cloud funziona veramente?

21/01/19 6.58 / da Leonardo Massafra

 

cloud_to_cloud_funziona_?

Oggi giorno si sente spesso parlare di registrazione delle nuvole di punti attraverso la funzione definita CLOUD TO CLOUD.

Molto spesso, passa anche l’informazione che questa tecnica definita “moderna”  risolve tutti i problemi, ovvero l’operatore schiaccia un pulsante e il software di registrazione, il cui cognome non fa "di Nazareth", miracolosamente mette insieme le scansioni.

Sicuramente è un ottimo automatismo, ma come tutti gli automatismi vanno presi con le pinze.

Mi piace sempre ricordare la frase del grandissimo Prof. Luciano Surace, riconosciuto da tutti tra i più grandi studiosi e luminari di Topografia, che recita così :

“L’uomo l’unica cosa che sa far bene è sbagliare, i più fortunati sono coloro che tengono sotto controllo i propri errori, tra questi i bravi Topografi”.

Ora se stai leggendo questo articolo, molto probabilmente sei un Topografo o quanto meno ti occupi di rilievi e misurazioni, quindi parliamo la stessa lingua.

Perché dico questo??

Perché qualcuno mi deve spiegare come posso unire delle scansioni in Cloud to Cloud all’esterno, magari con la presenza di alberi o vegetazione varia, magari con punti molto lontani, unirli insieme e credere ad un report che il software di registrazione mi mette a disposizione.

Ma per noi Topografi, il nostro Vangelo non sono per caso i punti di coordinate note o capisaldi provenienti da una Mamma che si chiama Topografia?

O mandiamo a quel paese la Teoria dei Minimi Quadrati e la propagazione degli errori??

Dove sono i capisaldi in una registrazione fatta in Cloud to Cloud??

E se eseguo un lavoro completamente in Cloud to Cloud magari di qualche decina o centinaia di scansioni senza controllo su punti di coordinate note, cosa succede??

Succede che se fai una galleria e provi a mettere insieme le scansioni in Cloud to Cloud, ammesso che il software, ripeto, il cui cognome non è "di Nazareth", metta insieme le scansioni, il rilievo non è coerente con la galleria realizzata.

Ci credo, io mi preoccuperei se le cose tornano …

Bene, ora molto probabilmente starai pensando: “ Beh, io tanto non faccio gallerie”

Ci sta, magari però devi :

  • Rilevare un edificio e collegare l’esterno con l’interno
  • Unire le varie stanze con corridoi
  • Collegare edifici disposti su più piani
  • Rilievi di tratti stradali a traffico aperto
  • Rilievi di piazze
  • .......

Ti sono più familiari questi esempi??

Allora continua a leggere …

I sostenitori del Cloud to Cloud adorano pensarla in questo modo:

  • Fai tante scansioni
  • Magari a qualche milione di punti al secondo
  • Poi metti insieme con il software miracoloso
  • Poi vai nel Cad

Figo non trovi??

Però non dicono, o forse non sanno, che il Cloud to Cloud per funzionare bene ha bisogno:

  • Del 70% circa di sovrapposizione tra una nuova di punti e un’altra;
  • Le nuvole devono essere pulite da interferenze come vegetazione ed alberi, persone o macchine che ti sono passate davanti, ecc.
Quindi se ti stai chiedendo se devi intervenire su tutte le nuvole per pulirle la risposta è SI.

Auguri se hai qualche decina e decina di scansioni da aprire singolarmente ed eliminare le interferenze, se già non li hai, ti vengono i capelli bianchi …

  • Fare molte scansioni e molto dense significa portarsi a casa una vagonata di giga di dati che appesantiscono il PC in fase di elaborazione (a meno che tu non abbia un PC della NASA) e un dispendio del Tuo tempo;
  • Di geometrie non simmetriche

Si hai capito bene, prova ad unire scansioni in Cloud to Cloud con geometrie simmetriche che si ripetono come ad esempio un porticato a volte o cose simili.

Fidati, prima che unisci le scansioni faccio prima a credere che il governo taglierà le tasse, risolva il problema degli immigrati e che il PIL cresca del 2% su base annua.

  • Quando vai nel Cad le nuvole vanno decimate, semplicemente perché Autocad gestisce fino ad un certo numero di punti.

Lo sai quanti punti gestisce Autocad??....verifica tu stesso....

gestione_nuvola_di_punti_autocad

Ora rispondimi onestamente a questa domanda:

A cosa servono i milioni di punti se poi il cad non li gestisce??

O sei affascinato che se hai milionate di punti sei più figo??

Ok ti faccio un esempio …

In Formula 1 o in moto GP non vince chi ha la velocità di punta maggiore in rettilineo, ma vince chi ha il compromesso maggiore su tutto il tracciato.

E chi è che ha il compromesso migliore nel mondo Laser Scanner?

Topcon con il GLS 2000

Perché nel rilievo (tracciato in moto GP) ho la possibilità di effettuare un poligonale topografica con aggancio a punti di coordinate note, questo significa tornare in ufficio con le nuvole già orientate, quindi zero tempi di elaborazione (rettilineo) e laddove mi serve unisco le nuvole in Cloud to Cloud  (le curve del tracciato)su un rilievo già geometricamente rigido e verificato sulla Topografia.

 

Per scoprire i prezzi laser scanner, scarica gratis la guida. Clicca qui sotto per ricevere subito il PDF da leggere quando vuoi.

scarica la guida gratuita ai prezzi laser scanner

Categorie: Campi di applicazione del Laser Scanner, Laser Scanner

Leonardo Massafra

Scritto da Leonardo Massafra

Il mio primo corso di formazione è stato presso il mio collegio di appartenenza dove il relatore è stato il Geom. Vittorio Grassi il miglior professionista nel campo del GPS. Da qui nasce una profonda amicizia, che mi ha portato ad affiancarlo nei sui corsi in giro per l’Italia parlando di Topografia Applicata a 360°. Sono stato per AGIT (Associazione Geometri Italiana Topografi) Tutor dei corsi organizzati presso i Collegi dei geometri. Nell’anno accademico 2006 – 2007 ho partecipato al corso universitario “ Tecniche di posizionamento Satellitare” presso l’Università Carlo Bo di Urbino. Presso la stessa università ho seguito il laboratorio di Topografia per conto della Prof. Laura Baratin. Per conto di Laura e Vittorio sono stato beta-reader del loro libro “ TOPOGRAFIA” edito da Pitagora. A seguito di questa collaborazioni sono nate delle opportunità professionali che mi hanno portato a svolgere rilievi topografici di precisione in Italia e all’estero. Dal 2008 ad oggi collaboro come consulente tecnico con la società Topcon Positioning Italy per la parte pre e post vendita.

scarica la guida gratuita ai prezzi laser scanner
Scopri se il Laser Scanner è adatto alla tua azienda. Parla con l’esperto

Iscriviti al nostro blog

Ultimi Post